Mobilità Internazionale

Le Camere di Commercio Italiane all’Estero europee da diversi anni sono attive sui percorsi di mobilità internazionale realizzabili attraverso diversi programmi:

  • PON (Programma Operativo Nazionale) grazie alla collaborazione con gli istituti scolastici italiani;
  • Erasmus plus, in particolare attraverso l’azione chiave 1 “mobilità individuale ai fini dell’apprendimento”, in cui rientrano i progetti di mobilità relativi a diversi target group (studenti, giovani, alta formazione, VET, scuole, docenti)

Le Camere di Commercio italiane all’estero, in stretto raccordo con Unioncamere, Anpal, ed Assocamerestero hanno rafforzato la linea di attività sul tema della mobilità studentesca internazionale; di fondamentale importanza è stata la partnership con il sistema camerale italiano che ha svolto un ruolo attivo per lo sviluppo dei sistemi economici locali promuovendo processi operativi tra scuola e impresa.

Le Camere impegnate in questo campo sono Atene, Barcellona, Bruxelles, Copenaghen, Francoforte, Lione, Lisbona, Londra, Madrid, Malta, Marsiglia, Nizza, Praga, Salonicco, Sofia (in rappresentanza di 11 Paesi europei).

Le Camere nei percorsi di mobilità internazionale, offrono diversi servizi:

  • Ricerca e selezione delle aziende di accoglienza tra i propri associati in coerenza con il piano di studio dei ragazzi per svolgere esperienze di Job Shadowing
  • Organizzazione di visite aziendali sia per studenti che per docenti, in coerenza con la work experience prevista nel progetto
  • Organizzazione di incontri e visite presso istituzioni locali, internazionali o in dipartimenti universitari
  • Organizzazione seminari sui mercati di riferimento
  • Servizio di tutoraggio interaziendale e persona di riferimento nel paese di arrivo
  • Tutoraggio per le attività di mobilità previste dai progetti degli Istituti scolastici
  • Organizzazione logistica nel Paese di destinazione: vitto, alloggio, transfer da e per l’aeroporto, trasporto pubblico, escursioni, attività formative e culturali (visite guidate, musei, monumenti…)
  • Organizzazione di corsi per l’approfondimento della lingua del Paese ospitante
  • Rilascio della documentazione richiesta dalla scuola comprovante lo svolgimento del progetto.

L’intensificarsi della collaborazione tra le CCIE, le istituzioni e gli istituti scolastici, ha portato al raggiungimento dei seguenti risultati nell’ultimo anno:

  • Oltre 1.200 studenti inviati all’estero;
  • 600 istituti scolastici coinvolti in azioni di informazione sui percorsi di mobilità all’estero;
  • 20 momenti di orientamento, realizzati sul territorio nazionale, a favore di docenti e dirigenti scolastici interessati a realizzare percorsi di formazione all’estero;
  • 2.000, tra dirigenti scolastici, insegnanti e studenti, incontrati dalle CCIE a Fiere e Saloni (Job&Orienta, Didacta Italia, Salone delle professioni e delle competenze di Trieste) specializzati sul tema della formazione e mobilità;
  • 50 azioni di assistenza per la costruzione di progetti di mobilità internazionale a valere sulle misure europee, nazionali, regionali e territoriali.

 

Per approfondimenti e contatti scrivere a europa@assocamerestero.it

Ultima modifica: Mercoledì 22 Luglio 2020