In Portogallo si costruisce il “magazzino automatizzato del futuro”

In Portogallo si costruisce il “magazzino automatizzato del futuro”
Giovedì 20 Maggio 2021

In Portogallo si costruisce il “magazzino automatizzato del futuro”

Un consorzio, guidato da RARI e integrato da altre società e dalle università di Coimbra e Porto, ha appena investito 2,1 milioni di euro (ME) per costruire il magazzino automatizzato del futuro.

Oltre a RARI e queste due istituzioni, fanno parte del consorzio anche le società Globaltronic, 4iTec Lusitânia SA, NOS Comunicações e NOS Technology, rivela l'Università di Coimbra (UC) in una nota oggi diffusa.

L'investimento verrà effettuato "nell'ambito del programma Compete 2020, rientrante nell'iniziativa PSA (relativa a Fornitori del settore automobilistico), per costruire il magazzino automatizzato del futuro".

Nell'era della personalizzazione di massa, “i centri di produzione di apparecchiature sperimentano un flusso enorme di componenti nel processo di fornitura e alimentazione delle linee di assemblaggio. In questo contesto si forma il paradigma Smart Warehouse, che si basa su tecnologie emergenti per fornire la totale automazione, integrazione e digitalizzazione dei flussi logistici e intralogistici ”, contestualizza il consorzio.

In questo modo, afferma l'UC, questo progetto si propone di sviluppare "sistemi intelligenti ed innovativi, altamente flessibili, connessi ed efficienti", per "stabilire un nuovo paradigma di magazzino del futuro", basato sul rilevamento di persone, attrezzature e inventari, automazione e gestione in tempo reale di stabilizzazione, 'picking' e movimento di materiali / componenti.

Fonte: https://bit.ly/3oqopji

 

(Contenuto editoriale a cura della Camera di Commercio Italiana per il Portogallo)

Ultima modifica: Venerdì 4 Giugno 2021