Verso Fiera Didacta 2021 “Da eventi straordinari, cambiamenti straordinari"

Didacta
Martedì 13 Ottobre 2020

Verso Fiera Didacta 2021 “Da eventi straordinari, cambiamenti straordinari"

FIERA DIDACTA ITALIA, in vista della sua quarta edizione che si terrà dal 17 al 19 marzo 2021 alla Fortezza da Basso di Firenze, propone in streaming quattro importanti eventi online su alcuni dei temi cruciali dell’innovazione del nostro sistema scolastico.

 

 

Tra i temi trattati avremo quello intitolato “Didattica in rete: il digitale come risorsa”.

La chiusura delle scuole ha portato a una ribalta generalizzata, che ha riguardato tutti, il tema dell’utilizzo delle tecnologie. Per moltissimi insegnanti si è trattato di una “prima volta”, di un’emergenza alla quale non erano preparati. La cosiddetta “didattica a distanza” è stata vissuta quindi come una soluzione “forzata” da abbandonare, per tornare al più presto alla “normalità”. Come avvenuto con lo smart working negli uffici, non tutto tornerà a essere come prima. La scuola non deve tornare alla normalità, a essere “quella di prima”, bensì deve sfruttare le opportunità che il digitale ci ha fatto scoprire per cambiare il modello scolastico e l’organizzazione della didattica. Essere capaci di sfruttare le risorse e le soluzioni digitali può rappresentare un acceleratore importante dei processi di innovazione, a condizione che si evitino facili entusiasmi e immotivate resistenze.

Per offrire spunti di sviluppo su come utilizzare al meglio le opportunità del digitale, il sistema camerale italiano e italiano all’estero saranno presenti attraverso la presentazione del video Didattica in rete e Covid. Le esperienze di Danimarca, Svezia, UK e Germania a cui farà seguito l’intervento di Claudio Gagliardi, Vice Segretario Generale Unioncamere.

Le Camere che hanno contributo alla realizzazione del video, in stretto raccordo con Unioncamere, Assocamerestero e la Camera di Commercio italiana per la Germania, sono:

 

 

Scopri il programma completo dell’evento

 

Le Camere di Commercio Italiane all’Estero (CCIE) da diversi anni sono attive sui percorsi di mobilità internazionale realizzabili attraverso diversi programmi (es. PON, Erasmus Plus) grazie alla collaborazione con gli istituti scolastici italiani coinvolgendo diversi target group (studenti, giovani, alta formazione, VET, scuole, docenti). Le work experiences all’estero, come concetto ampio di “laboratorio scolastico nel percorso di istruzione degli studenti”, permettono lo sviluppo delle competenze non formali sempre più richieste dal mondo del lavoro. Le CCIE hanno rafforzato la linea di attività sul tema della mobilità studentesca internazionale: di fondamentale importanza è stata la partnership con il sistema camerale italiano che ha svolto un ruolo attivo per lo sviluppo dei sistemi economici locali promuovendo processi operativi tra scuola e impresa.

Ultima modifica: Giovedì 15 Ottobre 2020