Import-Export della Germania nel 2020

Import-Export della Germania nel 2020
Venerdì 26 Marzo 2021

Import-Export della Germania nel 2020

Il 9 febbraio scorso l’ufficio di statistica del governo tedesco (Destatis) ha pubblicato un report che racchiude i risultati ottenuti dalla Germania nello scambio commerciale con l’estero a fine 2020.
Il documento mette in mostra sia i dati del 2020, sia quelli del 2019, in modo da favorire una comparazione tra la situazione pre- e post-Covid19.

Osservando l’interscambio annuale fra la Germania ed i vari paesi è evidente quanto la pandemia abbia impattato negativamente sui volumi del commercio internazionale. Tuttavia, il documento suggerisce qualcosa in più. I dati sono infatti divisi tra il periodo gennaio – dicembre (resoconto annuale) ed un focus sul mese di dicembre.

Il motivo alla base di questa scelta è infatti quello di evidenziare come, seppur ancora in piena emergenza pandemica, il mercato sembri aver ritrovato il suo ritmo a tal punto da registrare in molti casi bilanci superiori nel mese di dicembre 2020 rispetto allo stesso mese dell’anno precedente.

Prendendo ora in analisi l’import ed export tra la Germania e l’Italia, i numeri rivelano un export tedesco che subisce un crollo del 10.8% su base annuale, mentre una diminuzione del 2.0% per il mese di dicembre. Per quel che concerne l’import (proveniente dall’Italia), notiamo nuovamente un ristringimento del 5,7% su base annuale, questa volta però accompagnato da un +2.6% nel mese di dicembre. In numeri concreti questo implica uno scambio dall’Italia alla Germania a dicembre 2020 superiore di 100 € Mln rispetto allo stesso mese nel 2019.

Questi risultati suggeriscono alcune considerazioni. Da una parte, osservando l’interscambio commerciale fra la Germania e altri paesi, è possibile delineare un trend positivo sugli ultimi dati resi noti dall’ufficio di statistica tedesco. Pertanto, ipotesi di un mercato che ha imparato a convivere, ed in alcuni casi anche a sfruttare, la pandemia, sono ormai al centro della discussione. In secondo luogo, bisogna riconoscere la capacità che le aziende italiane hanno avuto nel riuscire a migliorare le proprie relazioni commerciali con le controparti tedesche in un periodo del genere.

Fonte: https://bit.ly/3w2zydn

 

(Contenuto editoriale a cura della Camera di Commercio Italiana per la Germania)

Ultima modifica: Venerdì 26 Marzo 2021