Tecnologia

Giovedì 11 Maggio 2023

93 km di autostrada climatizzata a Dubai: come il progetto proposto collegherà 3 milioni di residenti

Uno sviluppatore di città sostenibili con sede a Dubai punta a creare la prima struttura ad anello chiuso al mondo intorno a una città. Chiamato "The Loop", il progetto prevede un'autostrada ciclabile climatizzata di 93 km intorno a Dubai. Il progetto mira a collegare più di 3 milioni di residenti a servizi e luoghi chiave in pochi minuti, a piedi e in bicicletta.

Le foto pubblicate da URB mostrano una struttura chiusa che gira intorno alla città. Il progetto collega tutti i quartieri a più alta densità di Dubai.

Ci saranno diversi punti di ingresso e di uscita lungo il Loop; il piano prevede fattorie verticali e parchi.

Il Loop sarà una struttura chiusa con "raffreddamento evaporativo" per controllare la temperatura. Fornirà un "ambiente climatizzato tutto l'anno" per rendere gli spostamenti a piedi e in bicicletta il principale mezzo di trasporto degli abitanti di Dubai.

Secondo URB, utilizzerà "il 100% di energia rinnovabile utilizzando l'energia cinetica", mentre tutta l'acqua sarà riciclata per l'irrigazione. Inoltre, sarà caratterizzato da fattorie verticali per la sicurezza alimentare.

Fonte: https://bit.ly/42KgSi7

 

 

(Contenuto editoriale a cura della Camera di Commercio Italiana negli Emirati Arabi Uniti)

 

Ultima modifica: Giovedì 11 Maggio 2023
Giovedì 4 Maggio 2023

Gli EAU realizzeranno il sogno di sbarcare sulla Luna con il Rashid Rover 2

Il team del Mohammed Bin Rashid Space Centre (MBRSC) ha già iniziato a lavorare sul nuovo rover lunare chiamato Rashid 2 che porterà gli Emirati Arabi Uniti sulla superficie della Luna, ha confermato a Khaleej Times il direttore generale del MBRSC Salem Al Marri.

Il dispiegamento del primo rover Rashid sulla Luna il 25 aprile non si è concretizzato dopo che Hakuto-R Mission 1, il lander lunare di fabbricazione giapponese, non è riuscito a compiere un atterraggio morbido sulla superficie lunare.

Il veicolo spaziale costruito dall'azienda privata Ispace era a pochi istanti dal touchdown quando il team di controllo a terra di Tokyo ha perso le comunicazioni con esso. "Sembra che sia andato in caduta libera verso la superficie perché stava esaurendo il carburante per accendere i propulsori", ha dichiarato Ispace.

 

Fonte: https://bit.ly/3Nzff2t

 

(Contenuto editoriale a cura della Camera di Commercio Italiana negli Emirati Arabi Uniti)

Ultima modifica: Giovedì 4 Maggio 2023
Mercoledì 3 Maggio 2023

Il Regno Unito vuole utilizzare la nuova tecnologia EO per i propri servizi pubblici

La Commissione geospaziale, parte del Dipartimento per la Scienza, l'Innovazione e la Tecnologia (DSIT), ha lanciato un progetto per una serie di enti del settore pubblico britannico che contribuirà a sbloccare parte dei benefici della tecnologia EO.

Il Visconte Camrose, ministro del DSIT, ha dichiarato: “Questo governo sta agendo per sbloccare il grande potenziale delle tecnologie di localizzazione. La capacità dell’EO che è stata sperimentata dalla Commissione Geospaziale ci aiuterà a capire come possiamo guidare l'innovazione dei nostri servizi governativi.” A seguito dell’apertura del bando, i dati e i servizi dell’iniziativa saranno condivisi in collaborazione con l’Airbus Defence and Space, con gli enti del settore pubblico in tutto il paese - i beneficiari potranno testare il servizio per un periodo di 12 mesi.

Thalia Baldwin, direttore della Commissione Geospaziale, ha affermato: “Il nostro progetto EO mira a mantenere il Regno Unito al top nel settore delle tecnologie geospaziali, influenzando la capacità del settore pubblico e aumentando la domanda di innovazione del mercato attraverso la sperimentazione di nuove applicazioni EO.

L’Earth Observation (EO) è la raccolta, l'analisi e la presentazione di informazioni sui sistemi fisici, chimici e biologici del pianeta Terra attraverso tecnologie di telerilevamento. Satellite EO si riferisce all'uso di una varietà di apparecchiature di imaging basate sul satellite, inclusi strumenti ottici, radar, altimetrici e atmosferici, per raccogliere informazioni sulla Terra. Il Regno Unito è un leader mondiale nello sviluppo di strumenti settoriali e nelle tecnologie e nell'utilizzo dei dati di EO, con gli usi che spaziano dai servizi accademici, istituzionali, al settore pubblico e commerciale.

 Il DSIT lavora a stretto contatto con il Dipartimento per l'Ambiente, l'Alimentazione e gli Affari Rurali e l'Agenzia Spaziale per capire come soddisfare le esigenze del settore EO in UK e realizzare gli obiettivi strategici nazionali per garantire che il Regno Unito rimanga in prima linea nel settore.

 Nel 2022, la Commissione geospaziale ha cofinanziato la ricerca del Satellite Applications Catapult che ha evidenziato una crescente domanda di dati EO. È importante sottolineare come questa ricerca abbia anche identificato gli ostacoli principali per una più ampia condivisione dei dati da parte del settore pubblico.

Fonte: https://bit.ly/3VDN8kN

 

(Contenuto editoriale a cura di The Italian Chamber of Commerce and Industry for the United Kingdom)

Ultima modifica: Mercoledì 3 Maggio 2023
Giovedì 27 Aprile 2023

Regno Unito - 100 milioni di sterline per aiutare il paese a costruire una nuova generazione di intelligenza artificiale

100 milioni di sterline è il budget stanziato per dare il via alla realizzazione di nuovi progetti in ambito di intelligenza artificiale. La Task Force, modellata sul successo della Task Force sui vaccini COVID-19, svilupperà l'uso sicuro e affidabile di questa nuova tecnologia e garantirà al paese di rimanere competitivo a livello globale.

I modelli di base - inclusi modelli di linguaggio di grandi dimensioni come ChatGPT e Google Bard - sono una categoria di sistemi di intelligenza artificiale che si sviluppano su enormi volumi di dati come testo, immagini, video o audio. Con l'intelligenza artificiale destinata a contribuire con miliardi di sterline al PIL del paese, il lavoro della task force aiuterà a far crescere ulteriormente l’economia britannica. Il finanziamento sarà investito dalla Foundation Model Taskforce in nuove infrastrutture e appalti di servizi pubblici, per creare opportunità di innovazione nazionale. I primi progetti di servizi pubblici dovrebbero essere lanciati nei prossimi sei mesi.

La task force, annunciata come parte dell'Integrated Review Refresh, riunirà esperti del governo e del settore, e riferirà direttamente al Primo Ministro e al Segretario per la Tecnologia. Ciò fa seguito alla riunione del gabinetto durante la quale i ministri hanno concordato sul potenziale dell'IA, sull'importanza vitale di mantenere la fiducia delle persone nel suo utilizzo e sulla necessità di una regolamentazione che mantenga i consumatori al sicuro senza impedirne l'innovazione.

 Il primo ministro Rishi Sunak ha dichiarato: “Sfruttare il potenziale dell'intelligenza artificiale offre enormi opportunità per far crescere la nostra economia, creare posti di lavoro e costruire un futuro migliore. Investendo nelle tecnologie emergenti attraverso la nostra nuova task force di esperti, potremo continuare ad aprire la strada allo sviluppo di un'IA sicura e affidabile.” 

Il Segretario per la Scienza, l'Innovazione e la Tecnologia, Michelle Donelan, ha sottolineato che: “Se sviluppata in modo responsabile, l'IA può avere un impatto trasformativo in quasi tutti i settori. Può rivoluzionare il modo in cui sviluppiamo nuovi trattamenti medici, affrontiamo il cambiamento climatico e miglioriamo i nostri servizi pubblici. Dobbiamo agire ora per cogliere le opportunità che l'AI potrà offrirci in futuro. Stiamo sostenendo la nostra task force di esperti con i finanziamenti per trasformare in realtà le nostre ambizioni.”

 La task force sarà guidata da un presidente esperto, che sarà annunciato nel corso dell'estate. Matt Clifford, presidente dell'Agenzia per la ricerca avanzata e l'innovazione, consiglierà il primo ministro e il segretario alla tecnologia sullo sviluppo della task force mentre la nomina è in corso.

I modelli Foundation si basano su una potenza di calcolo significativa e questo investimento si aggiunge a circa 900 milioni di sterline per un nuovo supercomputer "exascale" e una risorsa di ricerca AI dedicata. La task force svolgerà un ruolo cruciale nel garantire che il finanziamento pluriennale annunciato nel budget sia investito strategicamente per rafforzare la capacità del paese.

Fonte: https://bit.ly/41HvazP

 

(Contenuto editoriale a cura di The Italian Chamber of Commerce and Industry for the United Kingdom)

Ultima modifica: Giovedì 27 Aprile 2023
Giovedì 13 Aprile 2023

Le Big Tech dovrebbero "aggirare" la digital tax britannica

Le più grandi aziende tecnologiche del mondo dovrebbero superare agilmente la tassa speciale del governo britannico sui profitti digitali. In un rapporto pubblicato la settimana scorsa, la commissione per i conti pubblici della House of Commons ha rilevato che la digital tax ha raccolto 358 milioni di sterline da 18 società nel suo primo anno, il 30% in più del previsto, avvertendo però che è improbabile che l’andamento possa continuare.

La nuova tassa sui servizi digitali è stata introdotta nel 2020 come misura temporanea per affrontare le preoccupazioni a seguito dei bassi profitti dichiarati dalle aziende nel settore tech in Regno Unito. Altri paesi, come Francia, Spagna, Italia e Turchia, hanno adottato misure simili. La maggior parte dei paesi, ha affermato che abrogherà la tassazione una volta implementato l’accordo con l’OCSE, consentendo ai governi di tassare una parte dei profitti delle multinazionali direttamente nel paese dove effettuano le loro vendite.

Il Tesoro britannico e l'HMRC hanno anche respinto l'avvertimento del PAC secondo cui numerose società avrebbero eluso la tassa. I funzionari hanno affermato che il sistema fiscale aveva numerosi punti per garantire che i big tech pagassero la loro giusta quota, inclusa l'imposta sugli utili.

Fonte: https://on.ft.com/3Gyibb1

 

(Contenuto editoriale a cura di The Italian Chamber of Commerce and Industry for the United Kingdom)

Ultima modifica: Giovedì 13 Aprile 2023
Giovedì 30 Marzo 2023

Rep. Ceca - La Commissione Europea ha rigettato la regolamentazione dei prezzi della telefonia mobile

La Commissione Europea ha rigettato per la seconda volta la domanda dell’Autorità per le Comunicazioni Ceca di regolamentare i prezzi all’ingrosso della telefonia mobile.

Secondo l’Autorità per le Comunicazione i prezzi della telefonia mobile in Repubblica Ceca rimangono molto alti per una mancata concorrenza tra i tre principali operatori di telefonia mobile – O2, Vodafone e T-Mobile. Per diminuire i costi l’Autorità propone di regolamentare i prezzi di accesso alla rete dei tre grandi operatori da parte dei cosiddetti operatori virtuali. In questo modo si creerebbe una situazione di maggiore concorrenza sul mercato.

Secondo la Commissione Europea non è stato dimostrato che i tre grandi operatori operino in concerto e abbiano così una posizione dominante. “Sul mercato ceco già esistono le condizioni favorevoli per l’entrata di nuovi operatori” ha sottolineato Bruxelles, secondo cui l’ente ceco potrebbe utilizzare altri strumenti con minore impatto rispetto ai prezzi regolati per favorire la concorrenza.

Fonte: https://bit.ly/3ZqpN60

 

(Contenuto editoriale a cura della Camera di Commercio e dell'Industria Italo-Ceca)

Ultima modifica: Giovedì 30 Marzo 2023
Lunedì 20 Marzo 2023

ITALIAN TECH in INDIA: Italian Know-How for India's Energy Transition and Manufacturing Growth

L'Ambasciata d'Italia a New Delhi, il Consolato Generale d'Italia a Mumbai e la IICCI Camera di Commercio Italiana in India annunciano la positiva conclusione della mostra "ITALIAN TECH in INDIA: Italian Know-How for India's Energy Transition and Manufacturing Growth".

L'iniziativa è stata una piattaforma unica nel suo genere e un'anteprima mondiale, che ha presentato una selezione di tecnologie e innovazioni italiane prodotte in India in 4 settori, tra cui automotive e componentistica per auto, macchinari e manifatturiero, tecnologie agroalimentari, ingegneria, infrastrutture, edilizia e costruzioni. La mostra è stata supportata da Axis Bank e Machine Maker e ha avvicinato aziende italiane e indiane per esplorare potenziali collaborazioni e partnership.

L’iniziativa si propone di evidenziare il contributo significativo del know-how italiano alla crescita economica e tecnologica dell'India in termini di investimenti, creazione di posti di lavoro, innovazione, progresso tecnologico e sviluppo delle competenze. L'evento ha previsto seminari e tavole rotonde con rappresentanti di alto livello di istituzioni e associazioni sia italiane che indiane. I visitatori hanno avuto la possibilità di vedere le ultime tecnologie e innovazioni in azione e incontrare esperti e leader del settore.

L'evento, svoltosi presso l'Ambasciata d'Italia a Nuova Delhi da venerdì 3 a domenica 5 marzo 2023, è stato inaugurato dal Vice Primo Ministro e Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Antonio Tajani e dal Ministro del Commercio e dell'Industria indiano Piyush Goyal, insieme all'Ambasciatore d'Italia in India Vincenzo de Luca, il Presidente della IICCI Amit Roy e il CEO e Segretario Generale della IICCI Claudio Maffioletti, mentre l’edizione di Pune, svoltasi presso l'Auto Cluster Exhibition Centre da venerdì 17 a domenica 19 marzo 2023, è stata inaugurata dal Console Generale d'Italia a Mumbai Alessandro De Masi, dal Co-Direttore, Industrie –Governo del Maharashtra Sadashiv Survase, dal Responsabile Tesoreria, Mercati e Vendite di AXIS Bank, Brejesh Chalill, dal Presidente dell’IICCI Amit Roy e dal CEO e Segretario Generale dell’IICCI Claudio Maffioletti.

Le 17 aziende italiane espositrici contano Bauli India Bakes & Sweets, Bettinelli, Biesse Manufacturing, Bonfiglioli Transmissions, Brembo, Coesia India, Enel Green Power India, FAAC India, Fontana Gruppo, Maccaferri Environmental Solutions, Maire Tecnimont, MAPEI Construction Products India, Marelli (India), Marposs India, MGM Varvel, Piaggio Vehicles, Same Deutz-Fahr India, mentre le 9 aziende italiane partecipanti sono state Bellissimo - Panariagroup India Industrie Ceramiche Pvt. Ltd., Carraro, Danieli India, Ferrero, Green Gear Trasmissioni, Guala Closures India, Italferr, OMR Bagla Automotive Systems India e Saleri India.

La mostra ha promosso con successo una maggiore cooperazione tra Italia e India nel settore manifatturiero, offrendo un'opportunità unica per le aziende italiane di mostrare le proprie capacità e per le aziende indiane di esplorare potenziali collaborazioni e partnership. Il prossimo passo sarà lavorare con i vari stakeholder europei per aumentare la consapevolezza e supportare la penetrazione nel mercato della produzione avanzata, dell'Industria 4.0 e dell'intelligenza artificiale in India.

La mostra ha attirato una vasta gamma di visitatori provenienti da vari settori e industrie. L'evento ha visto una significativa partecipazione di circa 57 aziende, 780 professionisti, 393 studenti, 17 rappresentanti della stampa, tutti interessati ad approfondire le ultime tecnologie e innovazioni italiane nel settore manifatturiero. Il database dei visitatori comprendeva dirigenti di alto livello, figure apicali ed esperti del settore di aziende di tutta l'India. La mostra ha fornito una piattaforma ideale per il networking, l'apprendimento e l'esplorazione di nuove opportunità di business.

Il 17 marzo si è svolta una tavola rotonda dal titolo "Esperienze condivise dalle imprese italiane in India", una sessione altamente istruttiva con 7 illustri relatori. La sessione ha visto la partecipazione di oltre 85 partecipanti, tra professionisti del settore, esperti e studenti, che hanno acquisito preziose informazioni sulle sfide e le opportunità affrontate dalle aziende italiane in India. Una seconda Tavola Rotonda tenutasi il 18 marzo ha esplorato quali competenze sono necessarie oggi nel settore della manifattura globale, ha visto la partecipazione di 6 relatori di spicco nel settore dell'istruzione che hanno dibattuto sull'argomento davanti a 70 partecipanti.

IICCI ringrazia tutti gli espositori, i visitatori e le parti interessate per la loro partecipazione e il supporto nel rendere questo evento un grande successo, in attesa dell'edizione del prossimo anno a Bangalore.

 

Per ulteriori informazioni, contattare la IICCI Camera di Commercio Italiana in India allo 022-67728186 o inviare un'e-mail a m.stura@indiaitaly.com

Per visitare il sito della mostra: www.makeinindiaitaly.com

 

 

(Contenuto editoriale a cura della IICCI Camera di Commercio Italiana in India)

Ultima modifica: Venerdì 21 Aprile 2023
Martedì 7 Marzo 2023

Il Mobile World Congress chiude un'edizione di successo con 88.500 visitatori

Dal 27 febbraio al 2 marzo si è tenuto a Barcellona l’edizione 2023 del Mobile World Congress, la fiera mondiale della tecnologia. La 17esima edizione della manifestazione si è conclusa con quasi il 50% di partecipanti in più rispetto al 2022, ma ancora non riesce a recuperare il numero di partecipanti al congresso di prima della pandemia.

Tuttavia, i responsabili del congresso sottolineano che più che le cifre, l'importante è che i dirigenti d'azienda siano tornati a questo evento commerciale e che, al di là dei riflettori e delle innovazioni tecnologiche più succose, siano riusciti a fare affari ancora una volta.

Il 56% del totale dei partecipanti proveniva da industrie mobili ausiliarie e i partecipanti al congresso provenivano da 202 Paesi diversi, secondo quanto dichiarato dall'associazione del settore mobile GSMA. La prossima edizione si terrà dal 26 al 29 febbraio 2024.

Fonte: https://bit.ly/3ZB7yf2

 

(Contenuto editoriale a cura della Camera di Commercio Italiana – Barcellona)

 

Ultima modifica: Martedì 7 Marzo 2023
Venerdì 13 Gennaio 2023

In 10 anni il Belgio è diventato la culla delle biotech

In poco più di 10 anni il Belgio è diventato una delle principali culle europee delle biotecnologie, tanto che è previsto che entro il 2026 verranno prodotti i primi 100 farmaci più venduti nel mondo.

Fino al 2009, il Belgio non era coinvolto nella filiera delle biotech, con un investimento di solo circa il 2% del Pil nella R&S. Negli anni successivi, tuttavia, in seguito a forti pressioni da parte delle aziende presenti sul territorio, il Governo federale ha approvato una serie di importanti interventi che garantivano fondi pubblici ed agevolazioni fiscali per la ricerca privata, oltre ad una minor burocrazia e a tempi rapidi per sperimentare nuovi farmaci.

Infatti, in Belgio l'approvazione per una sperimentazione di Fase I richiede in media 15 giorni, una delle tempistiche più brevi in Europa. Inoltre, con i suoi 23,2 trial avviati per 100.000 abitanti nel 2021, il Belgio è secondo in Europa solo dopo la Danimarca (con circa 27 trial). Ciò rende il Belgio una meta estremamente attraente nel panorama internazionale per quanto riguarda lo svolgimento delle sperimentazioni cliniche.

In Belgio sono attive oltre 140 aziende biotech, pari al 7% delle aziende biotech europee. Le aziende belghe sono responsabili del 16% del fatturato europeo e di quasi il 10% delle spese di ricerca e sviluppo. Tale successo è dovuto anche alla stretta collaborazione tra università e settore industriale e anche grazie al sostegno delle autorità regionali.

Facendo un confronto con l’Italia, si nota che, sebbene nel Belpaese ci siano più imprese (376) e si spenda molto in termini di capitale umano e finanziario, l'impegno belga è sicuramente più rilevante se messo in relazione alle dimensioni del Paese. Infatti, il Belgio rappresenta il primo mercato azionario in Europa in questo settore, con il 24% della capitalizzazione totale. Questo perché il comparto biotech italiano è composto all'80% da micro e piccole imprese. In aggiunta, il Belgio impiega quasi cinque volte il numero di addetti delle imprese italiane e quasi il doppio degli addetti nella R&S. L’Italia è più indietro anche per quanto riguarda lo svolgimento di sperimentazioni chimiche, nonostante rimanga al di sopra della media Europea con 8,2 trial ogni 100.000 abitanti.

Con lo scopo di contribuire allo scambio di idee e di proposte fra Belgio e Italia nell'ambito della ricerca scientifica farmacologica, il 22 novembre 2022 è stato firmato un protocollo d’intesa dall’ambasciata del Belgio in Italia e da Galapagos, azienda biotech belga impegnata nello sviluppo di farmaci innovativi. «Siamo orgogliosi di aver dato vita a questo protocollo d'intesa con l’ambasciata del Belgio per la promozione del dialogo fra i due Paesi e la valorizzazione della ricerca scientifica. Galapagos nasce dalla ricerca e mette al centro delle sue attività la scoperta e lo sviluppo di molecole innovative che possano fare la differenza per i pazienti», ha commentato Alberto Avaltroni, CEO di Galapagos in Italia.

Gli obiettivi di questa intesa riguardano la promozione del dialogo e del confronto sulla ricerca e l’innovazione nel campo della salute, lo studio dei modelli di assistenza sanitaria e lo sviluppo e l'uso delle nuove tecnologie applicate alla salute.

Fonte: Business.belgium.be, Il Sole 24 ore

 

(Contenuto editoriale a cura della Camera di Commercio Belgo-Italiana)

Ultima modifica: Venerdì 13 Gennaio 2023
Data evento

Lun, 22 Luglio, 2024 - 15:23

Iscrizioni non ancora aperte.

Prossimi eventi:

Mar 03 Set, 2024

(Santa Fe)

Lun 23 Set, 2024

(Łódź, Polonia)
Berlino
22 Luglio 2024 -

L’innovazione tecnologica applicata al settore dell’industria creativa e culturale. Questo il tema del progetto, sviluppato durante tutto il 2022 da ITALCAM - Camera di Commercio Italo-Tedesca con il supporto di Villa Vigoni, centro italo-tedesco per il dialogo europeo, che oggi invita investitori, venture capitalists, incubatori e acceleratori tedeschi interessato a conoscere nuove start-up italiane.

Il 10 novembre 2022, presso la prestigiosa sede dell’Ambasciata d’Italia a Berlino, 12 start-up italiane dell’industria creativa e culturale si presenteranno con un Pitch al mercato tedescocomposto appunto da investitori, venture capitalist, incubatori, business angels e aziende.

Il progetto nasce dalla volontà dei soggetti promotori di sostenere l’internazionalizzazione delle start-up italiane, stabilendo legami commerciali con l’ecosistema tedesco, al fine di contribuire alla loro crescita anche in questo mercato.

Nei mesi scorsi, molte start-up italiane del settore culturale e creativo hanno presentato la propria candidatura attraverso un apposito bando online, rispondendo a domande volte a verificare l’esistenza dei necessari requisiti di ammissibilità.

Tra le candidature ricevute, una Giuria di esperti, presieduta dal Prof. Michele Trimarchi dell’Università di Venezia, ha quindi selezionato le migliori 12 start-up, che potranno partecipare al Pitch presso l’Ambasciata d’Italia a Berlino, il 10 novembre 2022 a partire dalle ore 16.15.

Durante l’Evento a Berlino, volutamente organizzato esclusivamente in presenza, le start-up potranno incontrare di persona investitori e potenziali partner tedeschi.

Queste le startup italiane selezionate, che si presenteranno al pubblico: Brochesia, Cicero, Discerno, Fanta-Trading, G-Move, Golee, Open Stage, Rampart, Sidera, Unexpected Italy, VR Tourism, Vudoo.

A seguito del pitch, la Giuria premierà le 3 migliori start-up tra le 12 presenti, che vinceranno percorsi di mentoring e/o di formazione (nei settori legalbusiness development e marketing) per sostenere il loro sviluppo sul territorio tedesco, offerte gratuitamente dai seguenti Partner:

Business Development: Art Files

Legal mentorship: Légance

Marketing Mentorship: Seedble

Il Pitch sarà poi seguito da una Tavola Rotonda di discussione sul tema: “Startups as a creative bridge between Germany and Italy”, moderata dal giornalista Andreas Horchler, podcon.de.

Alle ore 18.30 avrà inizio la Tavola Rotonda, introdotta dai saluti di S.A. Armando Varricchio, Ambasciatore d’Italia a Berlino, e di Alessandro Marino, Segretario Generale di ITALCAM, che apriranno la discussione con il Keynote Speech di Anna Christmann, Coordinatrice per l’Innovazione e le Start-up del BMWK (Ministero Federale dell’Economia e della Protezione del Clima).

Alla discussione, parteciperanno i seguenti relatori:

Giulio Benedetti | Country Head of Communications, ESG & Public Affairs, Generali Deutschland AG

Michele Trimarchi Professor of Economic of Culture at IUAV and Partner at Artfiles

Patrick Lindstädt | Managing Director HypoVereinsbank Berlin

Thomas Röhrl | Engagement Lead at RESPOND / BMW Foundation

Sven von Mensenkampff | Partner at Legance

Al termine della tavola rotonda, si terrà un cocktail che darà l’occasione alle startup italiane di ampliare il loro network con gli investitori e le istituzioni e tutto il pubblico presente all’Evento.

Per maggiori informazioni: https://bit.ly/3UtV2vE

 

(Contenuto editoriali a cura di ITALCAM - Camera di Commercio Italo-Tedesca)